Crea sito

Come scassinare una cassaforte

Al mondo esistono svariate tipologie di casseforti con altrettante tipologie di serrature, in questo articolo vedremo come scassinare una cassaforte con una serratura a doppia mappa, ma se non è il tuo caso di seguito puoi scegliere l’articolo che fa al caso tuo.

Altri tipi di serrature che potresti avere

Elenco articoli :

serratura a combinazione

Come aprire una cassaforte (serratura a combinazione meccanica)

serratura a pistoncini

Come scassinare una serratura (serratura a perni)

Come funziona la serratura a doppia mappa

Nome componenti doppia mappa
Nome componenti doppia mappa

La serratura a doppia mappa, consiste in una piastra metallica scorrevole, che sposterà fuori e dentro la porta i pistoni di metallo, che bloccano la porta stessa.

Questa piastra metallica è bloccata da delle lastre metalliche sovrapposte.

Sulle lastre metalliche sono presenti delle lamelle che hanno lo scopo di bloccare lo scorrimento della piastra, andando ad ostruire lo scorrimento di un perno.

Quando inserisci la chiave e la ruoti, i denti della chiave andranno a spostare le lastre metalliche (e di conseguenza anche le lamelle), nella giusta posizione, in modo che il perno possa scorrere libero per una mandata.

In contemporanea, il dente centrale della chiave sposterà la piastra di una mandata.

Grimaldello per serratura a doppia mappa

Componenti grimaldello
Componenti grimaldello

Il grimaldello che andremo ad utilizzare per scassinare la cassaforte, con serratura a doppia mappa, è costituito da due manopole che ci serviranno per scassinare la serratura, e due componenti metallici mobili che andranno ad agire all’interno della serratura in base al movimento delle manopole.

Come agire

Teoria :

La tecnica usata per scassinare una cassaforte con serratura a doppia mappa, sfrutta l’imperfezione della serratura stessa, che causa del gioco meccanico (piccoli spazi e movimenti tra i componenti).

Ovvero, spingendo il perno sulle lamelle che lo bloccano, si andranno a creare degli scalini, che andranno ad appoggiarsi sul perno muovendo le lastre di metallo.

Quando tutte le lamelle saranno appoggiate sul perno, il perno stesso non avrà più lamelle difronte a se e così potrà scorrere di una mandata.

Lamelle serratura doppia mappa
Lamelle serratura doppia mappa

Pratica :

Azione grimaldello
Azione grimaldello

A livello pratico, una volta inserito il grimaldello nella serratura, dovrai ruotare la manopola che spinge la piastra come per aprire la serratura, attenzione a non fare troppa forza o troppo poca.

Mentre mantieni la tensione di rotazione sulla prima manopola, dovrai ruotare la seconda manopola per spingere le lastre, ruotandola sentirai spostarsi la lastra, e percepirai un po’ di resistenza causata dalla molla che cerca di far tornare la lastra alla sua posizione originale.

Quando lo scalino della lamella riesce ad appoggiarsi sul perno, la lastra non tornerà giù e dovresti riuscire a percepire l’assenza di spinta da parte della lastra.

Una volta posizionata una lastra / lamella, passerai alla successiva spostando in fuori o in dentro la manopola che spinge le lastre , per passare alla lastra successiva e dovrai ripetere il tutto fino a quando la manopola che spinge la piastra procederà con il suo giro levando una mandata.

Avvertenze e suggerimenti

Se fai troppa pressione sulla manopola che spinge la piastra, rischi che la lamella si blocchi a causa dell’attrito e non perché lo scalino si è appoggiato sul perno.

Una volta che la lamella si è appoggiata sul perno la manopola che spinge la piastra può ruotare leggermente facendo un microscopico scatto.

Se non riesci ad appoggiare lo scalino della lamella sul perno, prova a passare ad un altra lastra, per poi tornarci in seguito (alcune lamelle possono essere più indietro rispetto ad altre per difetto meccanico).

Se la tensione sulla manopola che spinge la piastra è troppo poca rischi che gli scalini delle lamelle non si appoggino sul perno o che una volta appoggiati scivolino via (ricorda che sfruttiamo imperfezioni che sono grandi come un capello).

In conclusione

In conclusione a questo articolo direi che scassinare una cassaforte con serratura a doppia mappa è relativamente facile, però richiede un po’ di pazienza e di pratica, se ritieni necessario approfondire l’argomento, clicca sul seguente link riguardante il come scassinare e aprire una serratura a doppia mappa.

Come aprire una cassaforte

Le casseforti sono generalmente usate per tenere al sicuro ciò che per noi è più caro, ma può capitare di perdere la chiave o dimenticare il codice di apertura, impedendoci così di riprendere i nostri beni più cari, perciò adesso vediamo come aprire una cassaforte.

Le casseforti possono avere svariati tipi di serrature, ma in questo articolo vedremo come aprire le casseforti con apertura a combinazione, ma se stavi cercando come aprire casseforti con altri tipi di serrature puoi consultare la guida che più si addice al tuo caso tra quelle di seguito elencate.

Come scassinare una cassaforte

Come scassinare una cassaforte (serratura a doppia mappa)

Serrature utilizzate

Le serrature più utilizzate nelle casseforti di qualità sono: serrature a doppia mappa (molto utilizzata anche nelle porte blindate), serratura elettronica a codice, serratura a combinazione (come quella che vedremo di seguito).

Però in casseforti più economiche e di qualità inferiori, è possibile trovare serrature a lamelle (quelle usate anche negli armadietti o nelle cassette delle lettere).

L’utilizzo di una determinata serratura solitamente è proporzionata alla cassaforte stessa, perciò è inutile mettere una super serratura su una cassaforte che si può aprire con un apri scatole o mettere una serratura che si apre con una forcina su una cassaforte indistruttibile.

Struttura della cassaforte

Come per le porte blindate, una buona cassaforte ha una struttura in metallo molto robusta, ciò ad impedire o prolungare i tempi in caso si tenti di aprirla tagliando o sfondando le pareti della cassaforte stessa.

Oltre ad avere delle pareti molto robuste ha anche le cerniere per l’apertura dello sportello posizionate all’interno, per evitare che qualcuno agisca su di esse per poi rimuovere lo sportello.

Anche lo sportello stesso è realizzato in metallo molto spesso, così da proteggere tutto il meccanismo che si occupa della chiusura, che generalmente comprende dei perni in metallo che servono a tener chiuso lo sportello da uno o più lati.

Perciò agire sulla struttura è molto invasivo ed impegnativo, quindi lo opterei come ultima spiaggia.

Funzionamento meccanismo serratura a combinazione

La serratura a combinazione si basa in questo caso su 3 dischi metallici sovrapposti (ragione per cui in molti la chiamano cassaforte a 3 dischi).
Questi dischi metallici sono costituiti da una piccola sporgenza, che fa da battente ed una incavatura che permette lo scorrimento di un componente metallico che è in fisso contatto con i dischi, per permettere l’apertura della serratura una volta allineate le incavature.

meccanismo cassaforte a combinazione
meccanismo cassaforte a combinazione

La piccola sporgenza su ogni disco che fa da battente serve appunto per andare a battere sui dischi adiacenti, facendoli ruotare a loro volta.

Il meccanismo è fatto in modo tale da allineare le incavature di ogni disco con l’incavatura del disco adiacente, così da creare un passaggio dove può scorrere la barra metallica che permette l’apertura della serratura.

Come aprire una cassaforte

Come preannunciato sopra in questo articolo, vedremo come aprire una cassaforte con chiusura a combinazione.

La tecnica che ti insegnerò è tra le più usate anche nel mondo del cinema, che sicuramente avrai già visto nelle scene in cui uno scassinatore utilizza un fonendoscopio (come quello dei medici) per riuscire ad aprire la cassaforte, difatti questa tecnica si basa tutta sulla sensibilità, sulla concentrazione e sul’udito.

Inanzi tutto ti serve molta pazienza ed un luogo privo di rumori e distrazioni, inoltre se lo hai puoi usare il fonendoscopio, ma è comunque possibile farne a meno anche se richiede più sensibilità.

Quando ruoti la manovella numerata, insieme ad essa ruotano anche i dischi interni, il tuo compito sarà capire quando la barra metallica coincide con l’incavatura del disco, ciò ti sarà possibile grazie a delle imperfezioni meccaniche che non permettono ai dischi di toccare la barra metallica tutti contemporaneamente.
Ciò farà fare un microscopico movimento alla barra metallica una volta che troverà il vuoto lasciato dal’incavatura del disco.

Ogni volta che riuscirai a percepire quel piccolo movimento, capirai a quale numero corrisponde l’incavatura del disco, ma non saprai a quale disco appartiene, in quanto non sai su quale disco sta appoggiando la barra metallica. Perciò segnati su un foglio i vari numeri ed una volta terminato dovrai provare le varie combinazioni in base ai numeri rilevati.

Se hai un fonendoscopio, oltre a percepire un microscopico movimento interno, avrai anche l’aiuto del tuo udito cercando di percepire il minimo rumore che causa la barra metallica quando trova il vuoto del’incavatura del disco andandosi a battere sul prossimo disco.

Problematiche

Come avrai ben visto questa tecnica richiede una estrema concentrazione e sensibilità, in quanto si parla di movimenti causati da spazi molto piccoli più fini di un capello.

Ciò vuol dire che qualunque fattore può complicarci le cose come ad esempio i rumori esterni (anche il semplice rumore del vento) o fattori meccanici come una vecchia serratura che non scorre più alla perfezione, diminuendo così la nostra sensibilità.

Consigli

In questo caso l’unico consiglio che ti posso dare è di munirti di pazienza e fare molta pratica, così che potrai sviluppare una maggior sensibilità e riuscire ad aprire la serratura con minor sforzo e più velocemente.

In conclusione

In conclusione a questo articolo direi che riuscire ad aprire questo tipo di serrature non è una cosa facile, però ha un lato positivo ovvero non richiede attrezzatura particolare ma soltanto la tua abilità acquisita con la pratica.
Ti ricordo di applicarla solo a casseforti di tua proprietà, se vuoi approfondire l’argomento leggi l’articolo ” la legge sul lockpicking “.