Crea sito

Come scassinare una serratura a mappa singola

Le serrature a mappa singola, vengono usate sempre più di rado, a causa della facilità con cui è possibile scassinarle, ma è comunque possibile trovarle sopratutto su mobili vecchi e porte interne.

Generalità serratura a mappa singola

Le serrature a mappa singola, oggi giorno è sempre più raro trovarle per due motivi: il primo motivo, è perché non vengono più utilizzate serrature sui mobili domestici e secondo di poi, se necessario tenere sotto chiave qualcosa, si evita di affidarlo ad una serratura a mappa singola.

Applicazione

Anche se sono poco usate, è ancora possibile trovarle su vecchi mobili, porte interne, vecchi bauli, ecc…

Pregi

Uno dei pregi della serratura a mappa singola, è il fatto che ha un meccanismo semplice ed economico da realizzare, ha una struttura robusta e duratura nel tempo.

Difetti

In cambio della sua semplicità strutturale, si è dovuta sacrificare il livello di sicurezza. Difatti come scritto sopra ha un meccanismo si apertura base che la rende vulnerabile ai tentativi di scasso.

Meccanismo e funzionamento serratura mappa singola

Serratura a mappa singola
Serratura a mappa singola

Composizione del meccanismo

L’intero meccanismo si trova all’interno di una “scatola di metallo”. Il meccanismo è composto dallo scrocco, che è in contatto con la sede del perno della maniglia , ed è tenuto in posizione da una molla.

Poi è presente il chiavistello, su cui è attaccato un perno.

Sopra il chiavistello è presente una lastra, tenuta da una molla.

Funzionamento del meccanismo

Il meccanismo base di queste serrature, è basato su uno scrocco, spinto all’esterno da una molla e ritratto all’interno dalla sede del perno della maniglia quando essa viene abbassata.

Per quanto riguarda la chiusura a chiave, è presente il chiavistello con un intaglio su un lato, che servirà alla chiave per muoverlo all’esterno o all’interno quando viene ruotata.

Il chiavistello ha un perno che viene bloccato da una lastra di metallo sovrapposta al chiavistello, così da impedirgli di scorrere senza usare la chiave.

Una volta inserita e girata la chiave, andrà a sollevare la lastra metallica per liberare il perno e nel contempo stesso sposterà il chiavistello esternamente tramite un apposito intaglio.

Mappa singola

Il nome mappa singola deriva appunto dal fatto che contrariamente dalla serratura a doppia mappa, questa ha un solo ostacolo con una sola forma per bloccare il perno del chiavistello.

Puoi leggere anche il seguente articolo se sei interessato ad approfondire l’argomento su come scassinare e aprire una serratura a doppia mappa.

Grimaldello per serratura a mappa singola

In commercio, è raro trovare i grimaldelli per serrature a mappa singola, però eventualmente è anche possibile utilizzare alcuni grimaldelli per serratura a doppia mappa, realizzati in maniera robusta.

Un’alternativa è l’utilizzo di strumenti autocostruiti.

Prima però, ti consiglio di provare ad utilizzare altre chiavi di ugual forma se le possiedi (di altre porte o altri sportelli), perché spesso vengono fatti con uno stampo base, ed è probabile che più porte abbiano la stessa chiave o che comunque possa essere aperta da chiavi simili.

Per autocostruirli probabilmente dovrai limare, tagliare o piegare una bacchetta di metallo, della grandezza variabile in base alla grandezza della serratura stessa, ti consiglio di utilizzare un metallo sufficientemente robusto, in quanto la molla interna generalmente fa abbastanza pressione.

Di seguito ti posso consiliare alcuni oggetti da poter usare per la costruzione del grimaldello, ma non considerarli come i migliori oggetti che potrai trovare.

  • Bulloni e chiodi sufficientemente lunghi da piegare e limare.
  • Una stecca metallica comprata appositamente della giusta misura da piegare e limare.
  • Una chiave adatta a quella porta modificata per poter essere usata insieme ad un altro utensile a sua volta modificato.

Un suggerimento che ti do è quello di evitare metalli come alluminio, piombo o altri metalli troppo morbidi per evitare che si rompono, inoltre considera che la distanza fra la lastra e il chiavistello è corta, ciò vuol dire limare gli utensili per riuscire a manipolare ogni singolo componente senza andare a spostare anche gli altri componenti.

Come agire

Per scassinare una serratura a mappa singola, è sufficiente sollevare la lastra per poter far scorrere il chiavistello.

Per fare ciò occorre due strumenti o il grimaldello sopra indicato. Se utilizzi il grimaldello, una volta inserito, non sapendo se ti trovi dal lato del chiavistello o della lastra dovrai fare un tentativo per tastare il campo, ruotando prima una manopola poi l’altra, fino a quando non senti lo spostamento della lastra, che risulta mobile ma opponente resistenza causata dalla molla.

A questo punto non resta che ruotare la manopola che solleva la lastra e poi successivamente ruotare la manopola che muove il chiavistello, fino a togliere tutte le mandate.

Anche se invece utilizzi strumenti autocostruiti la tecnica non cambia.

In conclusione

In conclusione a questo articolo su come scassinare una serratura a mappa singola, come puoi ben vedere sei difronte ad una delle serrature più facili da scassinare in quanto basta muovere due componenti per poterla aprire o chiudere, resta altro che ingegnarti su cosa usare.

Come scassinare e aprire una serratura a doppia mappa

La serratura a doppia mappa è molto utilizzata sia per le porte di casa, che per le casseforti, bandoni e quant’altro, ma come tutte le serrature ha i suoi pregi e difetti, di seguito vedremo come sfruttarne uno per aprirla senza chiave.

Generalità serratura doppia mappa

Come è scritto sopra, la serratura a doppia mappa è stata ampiamente utilizzata fino a qualche anno fa, in quanto era ritenuta estremamente sicura, ma da quando sono venuti fuori i difetti da sfruttare per poterla aprire, la situazione si è ribaltata e di conseguenza non è più una serratura di prima scelta.

Applicazione

Anche se la sua applicazione non è più di prima scelta, in passato era molto utilizzata e difatti è possibile trovarla su vecchie o economiche porte blindate, su casseforti robuste, cancelli, bandoni e simili.

Pregi

Fra i pregi c’è il fatto che sia una serratura piuttosto robusta, difficile da rompere o aprire con utensili distruttivi, come ad esempio : martelli, trapani, ecc…

Difetti

Invece tra i difetti, c’è il problema che i robusti componenti interni sono un po’ imprecisi, permettendo di sfruttare questa imprecisione per poterla aprire senza chiave.

Struttura serratura a doppia mappa

Una serratura a doppia mappa è composta da una robusta scatola metallica, contenente tutto il meccanismo.

Il meccanismo è composto da lastre di metallo sovrapposte, una molla, e dei robusti pistoni di metallo, collegati ad un’altra piastra metallica.

Meccanismo e funzionamento

Composizione del meccanismo

Il meccanismo della serratura a doppia mappa, sfrutta una lastra di metallo scorrevole per spingere i pistoni fuori dalla porta che andranno ad inserirsi all’interno del muro, impedendo l’apertura della porta.

Su questa piastra metallica è presente un perno che gli impedisce lo scorrimento, in quanto viene bloccato da delle lamelle presenti nelle lastre metalliche sovrapposte.

Le lastre metalliche sovrapposte, hanno delle lamelle di lunghezza differente tra di loro, che hanno lo scopo di ostruire il passaggio al perno scorrevole, inoltre le lastre metalliche sono tenute ferme da una molla che spinge su di esse.

Nome componenti doppia mappa
Nome componenti doppia mappa

Funzionamento del meccanismo

Quando si gira la chiave dentro la serratura, i denti della chiave andranno a spingere sulle lastre metalliche, spostandole in una determinata posizione in base alla forma dei denti della chiave, facendo così allineare le lamelle metalliche, rendendo libero il passaggio del perno scorrevole.

Il dente centrale della chiave, ha lo scopo di spostare la piastra metallica, facendo muovere il perno e facendo uscire i pistoni di una mandata, continuando a girare la chiave, le lastre torneranno nella loro posizione a causa della molla che le spinge, ed il perno scorrevole si troverà nuovamente bloccato dalle lamelle che gli impediranno di scorrere sia in avanti che indietro.

Denti chiavi doppia mappa
Denti chiavi doppia mappa

Doppia mappa

Il nome “serratura a doppia mappa” non è stato dato per caso, difatti i 4° gruppi di lamelle contenuti nelle lastre metalliche sovrapposte hanno due combinazioni diverse che si alternano.

Quando giriamo la prima mandata il lato della chiave che usiamo ha la forma corretta per allineare il 1° gruppo di lamelle, una volta ruotato non sarà possibile estrarre la chiave, fino a quando non si va avanti o indietro di una mandata.

Girando la chiave di un’altra mandata si userà l’altro lato della chiave per far allineare il 2° gruppo di lamelle, portando la chiave nella posizione di partenza rendendola nuovamente estraibile dalla serratura.

Lamelle serratura doppia mappa
Lamelle serratura doppia mappa

Grimaldello per serratura a doppia mappa

Il grimaldello utilizzato per scassinare la serratura a doppia mappa, è costituito principalmente da un tubo metallico che simula la chiave, ma avente solo il dente centrale che farà solo scorrere la piastra metallica, mentre al suo interno passa un bastoncino metallico con forma ad L, che ha lo scopo di spingere le lastre metalliche.

Componenti grimaldello
Componenti grimaldello

Come agire

Per riuscire ad aprire la serratura a doppia mappa senza chiave, si andrà a sfruttare l’imprecisione delle lamelle e del perno scorrevole, sfruttando così la stessa tecnica / fisica utilizzata per apertura di serratura a cilindro e molte altre serrature.

Imperfezione serratura
Imperfezione serratura

Difatti le lamelle possono presentare minuscoli scalini se la serratura è di scarsa qualità, o possono presentarli se le lamelle vengono spinte dal perno scorrevole, anche nel caso di serrature di altissima qualità.

Ruotando la parte tubolare del grimaldello, andremo a spingere la piastra metallica che di conseguenza andrà a spingere il perno sulle lamelle, con il componente ad L del grimaldello andremo a spingere le lastre metalliche, che a causa degli scalini che si sono creati, andranno a battere sul perno scorrevole.

Ciò impedirà alle lamelle di tornare nella loro posizione originaria che avrebbe bloccato il perno scorrevole.

Una volta bloccate tutte le lamelle (una dopo l’altra), il perno potrà avanzare di una mandata.

A livello pratico, dovrai ruotare l’anello più grande del grimaldello come per aprire la porta, mantenendo una pressione costante e moderata (ne troppa ne troppo poca).

Fatto ciò, dovrai ruotare l’altra parte del manico del grimaldello, percependo il movimento delle lastre, che opporranno resistenza a causa della molla.

Ti accorgerai che lo scalino della lamella è rimasto bloccato quando la lastra che stai spostando non torna nella sua posizione originaria, ma occhio a non confonderti con il blocco della lamella causato dalla troppa pressione sull’anello circolare del grimaldello, che farà bloccare le lamelle per il troppo attrito anziché per lo scalino.

In conclusione

In conclusione, come buona parte delle serrature anche questa ha i suoi difetti da poter sfruttare per aprirla, una cosa importante è che se decidi di divertirti ad aprire una serratura a doppia mappa, sappi che una volta girata la prima mandata non sarà più possibile inserire la chiave fino a quando non si manderà nuovamente indietro o avanti di un’altra mandata, quindi assicurati che la serratura non sia collegata a niente di importante se stai facendo pratica, per non rischiare che una complicazione ti impedisca poi di usare la sua chiave.

Come scassinare una serratura

Oggi giorno le serrature sono di uso comune, le puoi trovare su quasi tutte le porte ed a causa della sua grande diffusione spesso ci si ritrova difronte ad una serratura della quale abbiamo smarrito la chiave, ma in questo articolo vedremo come aprirla.

Ad oggi esiste una grande varietà di serrature diverse, ed in questo articolo vedremo come scassinare la serratura più comune, ovvero quella a cilindro.

Come scassinare altre serrature

Se invece la serratura che avevi intenzione di scassinare non è la classica serratura a cilindro, puoi provare a vedere se la trovi nel’elenco che ti metto qui di seguito, con tutti i tipi di serratura che insegno a scassinare in questo sito.

serratura a combinazione

Come aprire una cassaforte (serratura a combinazione meccanica)

Gli strumenti

Per scassinare una serratura, esistono svariati modi che ti permettono di aprirla in poco tempo e senza recargli alcun danno, ed in questo articolo vedremo come scassinarla utilizzando i classici strumenti chiamati grimaldelli e tensori.

I grimaldelli ed i tensori

Questi due strumenti, sono usati per scassinare molti tipi di serrature, il tensore, come dice il nome, serve appunto a creare una tensione, o meglio serve a ruotare il cilindro (la serratura), come appunto faresti con una normale chiave.

tensore
tensore

Il grimaldello invece serve per premere sui perni / pistoncini che si trovano all’interno della serratura, fino a quando non sono tutti nella posizione corretta, permettendo al cilindro di girare libero.

Grimaldello
grimaldello

La meccanica in gioco

Questo sistema, funziona grazie ad una imperfezione meccanica, di fatti se provi a girare il cilindro di una serratura, noterai che si muove leggermente, utilizzando un tensore sfruttiamo questo “gioco” che è dato dall’imperfezione dei fori in cui scorrono i pistoncini della serratura, permettendoti di creare uno scalino tra il cilindro esterno e quello interno (il rotore), sulla quale andrà a battere il perno inferiore, una volta che si trova nella giusta posizione.

Una volta che un perno avrà lo scalino, manterrà la posizione fino a quando non smetterai di fare pressione sul tensore, in quanto la molla lo rispingerà su. Quando tutti i pistoncini della serratura saranno in posizione il rotore sarà libero di ruotare.

Se non ci stai capendo nulla in questa ultima parte, probabilmente ti conviene leggere prima l’articolo che parla di “come funziona una serratura“, così potrai conoscere e capire come funziona una serratura ed avere poi le idee più chiare al riguardo.

Come agire

Esiste vari tipi di grimaldelli, ma in questo caso vedremo come usarne uno solo.

La prima manovra che dovrai fare per scassinare una serratura, sarà quella di inserire il grimaldello all’interno della serratura ed il tensore sulla parte alta della serratura, di seguito dovrai fare una leggera pressione sul tensore come per ruotare il cilindro (non troppa ma neanche troppo poca).

come scassinare una serratura
come scassinare una serratura

Arrivato a questo punto dovrai spingere un perno alla volta utilizzando il grimaldello, partendo da quello in fondo premendoli tutti fino a quando non trovi quello che fa resistenza. A questo punto lo spingi fino a quando non fa un piccolo scatto o che il rotore fa un piccolo scatto di rotazione, con la presenza di uno o più di questi segni capirai che il perno si trova nella posizione corretta.

Una volta trovato il punto corretto del perno, devi passare al perno successivo ripetendo il tutto fino a quando non raggiungi l’ultimo perno, eventualmente se ti accorgi che un perno scorre liberamente, vuol dire che devi agire su un altro perno, che può rimanere bloccato sullo scalino.

Molto probabilmente non riuscirai al primo intento ma dovrai fare molta pratica, perché tutto ciò richiede molta sensibilità, calma e tempo.

Eventuali problemi

Le serrature moderne di buona qualità, sono dotate di perni con forme specifiche per impedire ad uno scassinatore che agisce su un perno alla volta di bloccarlo sfruttando lo scalino che si crea, difatti questi perni non sono lisci, ma hanno delle incavature che andranno a colpire lo scalino che hai creato ruotando il cilindro con il tensore.

Ciò crea un falso punto di blocco che ti impedirà di allineare in maniera corretta i perni.

Altri problemi

Puoi trovare altri problemi causati dal tempo o dall’esposizione della serratura a fattori ambientali, come ad esempio la pioggia.
Ciò crea ossido e ruggine che causano attriti e ciò andrà a discapito della tua sensibilità e di conseguenza sarà più difficile scassinare una serratura.

Soluzione

Per cercare di alleviare questo problema puoi provare ad utilizzare un lubrificante per metalli, come ad esempio lo Svitol sprai, così da spruzzarlo direttamente dentro la serratura e tra i due cilindri per cercare di sbloccare il tutto.

Mentre per quanto riguarda il problema dei perni con le incavature, puoi provare a scassinarla utilizzando strumenti diversi, che spiego nell’articolo “come usare ogni tipo di grimaldello ” .

In conclusione

In conclusione a questo articolo, direi che scassinare una serratura o imparare a farlo potrebbe essere un qualcosa di soddisfacente e divertente, ma richiede un luogo tranquillo, la capacità di mantenere la calma, una buona concentrazione e soprattutto tanta pazienza.

Se non sai come muoverti al livello legale su questo campo, ti consiglio di leggere l’articolo ” legge sul lockpicking “.


Come funziona una serratura

Tutti i giorni utilizzi almeno una serratura che ha lo scopo di proteggere qualcosa a cui tieni, ma vediamo ora come funziona una serratura.

Esistono molti tipi di serrature, ed in questo articolo ne vedremo uno nello specifico, ovvero la classica serratura a cilindro che è presente nella maggior parte delle porte che viene.

I materiali

Il materiale più usato per costruire le serrature è l’ottone, sopratutto per la sua morbidezza che permette una lavorazione più facile, però sono presenti serrature realizzate con metalli molto più resistenti, soprattutto in caso di lucchetti per resistere agli urti.

Le serrature in ottone le puoi riconoscere facilmente dal colore giallo/oro, però molte serrature vengono placcate con un colore cromato, che le fanno sembrare sia esteticamente più belle che di materiale diverso, però è solo un fine rivestimento esterno, mentre alcune serrature cromate hanno al suo interno un metallo più duro e resistente dell’ottone.

I componenti

I componenti di una serratura a cilindro sono: il corpo esterno (la parte esterna della serratura), il rotore (il componente in cui inserisci la chiave), che a sua volta è dentro il cilindro del corpo, i perni superiori e altri perni subito sotto e le molle che spingono entrambi i perni.
Ci sono altri componenti che variano anche in base alla serratura, ma quelli elencati sono i componenti base che occorre conoscere per capire le meccaniche del funzionamento di una serratura.

nome componenti serratura
nome componenti serratura

Il meccanismo della serratura

Il meccanismo di una serratura è relativamente facile, infatti abbiamo un corpo con cilindro, dentro il quale si trova il rotore che fai ruotare quando inserisci la chiave.

All’interno del corpo della serratura, sono presenti delle piccole molle che spingono dei piccoli perni, i perni inferiori si trovano tra il rotore ed il corpo per impedire che il rotore ruoti.

Il meccanismo di blocco

Il rotore ed il corpo della serratura hanno dei fori che si coincidono, nella quale scorrono i perni.
Quando anche solo un perno si trova tra il rotore ed il corpo della serratura impedirà al rotore di ruotare.

Nella seguente immagine, di una serratura tagliata a metà, puoi notare che i perni non sono allineati tra il corpo e il rotore.

perni non allineati
perni non allineati

Sistema di sblocco

Inserendo la chiave all’interno del rotore, andrà a spingere i perni superiori nella posizione corretta in modo che tutti i perni superiori si trovino all’interno del rotore, a loro volta spingendo fuori dal rotore i perni più bassi in modo che occupino solo il corpo della serratura.
Tutto ciò fa si che non ci siano perni interposti tra il rotore ed il corpo del cilindro lasciano la possibilità al rotore di ruotare libero.

Nella seguente immagine, di una serratura tagliata a metà, puoi notare che i perni sono allineati tra il corpo e il rotore, in modo che i perni superiori si trovino all’interno del rotore ed i perni inferiori si trovino all’interno del corpo.

perni allineati
perni allineati

I difetti

I difetti di una serratura sono generalmente attribuiti al materiale, in quanto è un metallo morbido e facilmente danneggiabile, però nel nostro caso ci interessa un difetto che riguarda la mancanza di precisione, che causa uno spazio tra il foro dove scorre il perno ed il perno stesso.

Il gioco che fa il perno all’interno del foro in cui scorre (piccolo movimento), permette di applicare le tecniche di scasso che spiego nell’articolo ” come scassinare una serratura “.