Crea sito

Come sbloccare un lucchetto

I lucchetti vengono spesso usati per chiudere cancelli e catenacci che si trovano all’esterno, e con il tempo finiscono per bloccarsi, adesso vediamo come sbloccarli.

Come è scritto sopra può capitare che un lucchetto si blocchi a causa di fattori esterni, ma spesso si vuole evitare di dover tagliare o rompere un lucchetto bloccato magari per non avere la spesa economica di doverlo ricomprare, o perché il lucchetto stesso ha un valore affettivo o storico.

Se questo è il tuo caso prosegui a leggere per seguire i passaggi che ti porteranno ha sbloccarlo, se invece preferisci romperlo direttamente ed acquistarne uno nuovo scorri in basso fino al titolo Come toglierlo danneggiandolo.

Cause del blocco

Come scritto sopra, capita spesso di esporre un lucchetto all’esterno, in posti umidi o con molta sporcizia.

Possono esserci più motivi per cui un lucchetto si blocca, tra i più comuni c’è la ruggine o l’ossidazione dei componenti interni, polvere e sporcizia varia, ma può capitare anche che un lucchetto si blocchi a causa di urti e danni vari che lo malformano impedendogli il corretto funzionamento.

Prima di procedere con un metodo di sblocco dovrai capire la causa del blocco.

Cause e come riconoscerle

Ruggine: La ruggine è di colore marrone / marrone scuro e si forma su superfici ferrose, come per esempio l’arco del lucchetto.

Ossido: L’ossido si presenta spesso in forma ruvida ed opaca, si forma su superfici come l’ottone o metalli non ferrosi, lo riconosci quando il lucchetto che era bello liscio e quasi splendente diventa ruvido ed opaco quasi bianchiccio.

Sporcizia varia: Sopratutto se il lucchetto viene esposto in ambienti terrosi o su veicoli da fuoristrada (mountain bike comprese), è possibile notare lo sporco sul lucchetto (terra, polvere, mota, acqua sporca, ecc…).

Come sbloccarlo

Ora che hai identificato una o più cause che lo hanno bloccato, sotto ti elencherò i vari sistemi per provare a sbloccarlo.

Ruggine: Se il tuo problema è la ruggine, probabilmente il problema si focalizza sul movimento dell’arco o sull’asta mobile che a causa della ruggine si è bloccato, la soluzione in caso di ruggine è di grattarla via fisicamente e successivamente oliare il foro in cui scorre e dentro il forellino posto alla base del lucchetto, con olio o un prodotto spray come ad esempio lo Svitol.

Ossido: In caso di ossido, il problema non è quello che vedi sulla superficie esterna ma ben si quello formatosi al suo interno. Se hai problema di ossido probabilmente la chiave non si inserisce con facilità o non gira bene, impedendo così di sbloccare l’arco, per risolvere il problema non resta che lubrificare come per la ruggine, ma anche dentro la serratura stessa.

Sporcizia varia: In caso di sporcizia varia è necessario rimuoverla, se possibile usare lubrificante spray nei vari fori in base al problema, ad esempio se non scorre l’arco andrà spruzzato nel forellino in basso e nei fori dove scorre l’arco, se invece la serratura non ruota o non si inerisce bene la chiave andrà spruzzato all’interno della serratura stessa. Ciò serve per cercare di espellerlo sporco che impedisce il corretto funzionamento del lucchetto, una volta tolto è consigliato lubrificare il lucchetto per evitare la formazione di ossido.

Consigli e riflessioni

Se si sono presentate più problematiche, ti consiglio di applicare le soluzioni indicate per ogni problema.

Quando hai rimosso la ruggine o lubrificato per l’ossido, non è detto che si sblocchi subito, potrebbe essere necessario smuovere il componente tarando la propria forza in base alla sua fragilità. Ciò servirà a grattare internamente o staccare i componenti che sono rimasti bloccati tra di loro a causa dell’ossido o della ruggine, permettendo anche al prodotto lubrificante di immettersi tra un componente e l’altro.

Come toglierlo danneggiandolo

Se hai deciso che preferisci romperlo, le soluzioni più semplici sono l’utilizzo di una tronchese per catene (chiamata anche cesoie per catene), con cui andrai a tagliare l’arco del lucchetto (assicurati di comprare quella giusta in base allo spessore dell’arco da tagliare).

Un altro sistema utilizzato è quello di usare due chiavi inglesi inserite all’interno dell’arco, chiudendole a pinza si andrà a rompere l’arco (a meno che tu non abbia chiavi inglesi parecchio grandi, questa tecnica è più adatta per lucchetti piccoli).

In conclusione

In conclusione a quest’articolo su come sbloccare un lucchetto, direi che ti resta solo d’armarti di pazienza ed olio di gomito per poter sbloccare il tuo lucchetto per poterlo finalmente riaprire, mi raccomando non scordarti di finire di pulirlo e lubrificarlo al meglio una volta aperto.